Grappoli d’oro a forgiar del cavalier l’armatura

Cover

 

La vendemmia 2016 è stata particolarmente impegnativa e per certi versi anomala, il clima incerto e tiepido dei mesi di Giugno e Luglio ha impigrito l’invaiatura dei grappoli di grillo e zibibbo, tanto che la maturazione si è fatta attendere come una bella donna.
E così, memori della precedente grande annata 2015, l’agronomo Giuseppe e l’enologo Salvatore calandosi nei panni dei nostri due cavalieri Argalia e Ferraù ed armati dello stesso desiderio di contendersi la principessa Angelica, già dalle prime luci dell’alba si aggiravano in vigna, ansiosi di misurare accuratamente ogni minimo progresso del grado di maturazione dell’uva. Ma come spesso accade, dal velato timore per le lunghe attese nascono al fine grandi meraviglie, perchè quel che la pazienza del vignaiolo semina la bellezza del frutto restituisce.
Acini sani e color dell’oro, grappoli la cui alta qualità ci proietta già oggi al 2017 inoltrato, immaginando l’ennesima incredibile espressione territoriale delle DOC Grillo e Zibibbo affinate in bottiglia.
Torna alle news